Il pasto dei monaci

Sobrio ma nutriente

Il cibo servito è sobrio, in quantità sufficienti e i piatti sono nutrienti. I monaci seguono la parola di San Bernardo: “Mantieni il tuo corpo in buona salute per servire meglio il Signore!” Per tradizione, i monaci non mangiano la carne.

Sul tavolo ci sono i propri prodotti trappisti come il pane dell’abbazia, il formaggio e la birra Westmalle Extra.

Durante i pasti, i monaci leggono ad alta voce un libro. Si nutrono sia con il cibo materiale che con il cibo spirituale della parola. La lettura proviene principalmente da libri religiosi ma anche i temi sociali e culturali fanno parte della lettura.

Condividere con ospiti

All’abbazia è collegata un centro ospitalità che accoglie tutte le persone per alcuni giorni di contemplazione e preghiera. Gli ospiti possono seguire gli orari delle giornate dei monaci.  

site by Intracto